Siamo la prima coppia tra l'Abruzzo e le Marche ad essersi sposata con lo sponsor...Il 23 Giugno 2012 il nostro sogno è divenuto realtà...E dopo Se Trovo Lo Sponsor Mi Sposo, arriva la GUIDA AL LOW COST...una vita a costo zero o quasi!!!Siete al verde? La crisi economica vi ha messo ko?Oggi c'è la Guida alle migliori risorse di internet per risparmiare.
Loading

Visualizzazioni totali

martedì 25 ottobre 2011

La Torta nuziale

Bianche o colorate, piccole o emormi, tradizionali o "americane": torte nuziali per tutti i gusti.
E con un simpatico accessorio come il cake topper il dolce può anche comunicare agli invitati l'amore e l'ironia della coppia di sposi.
La Torta nuziale è in assoluto la “regina della festa” e, insieme ai confetti (che saranno distribuiti dagli esausti neosposini a fine festeggiamenti), assolve alla piacevolissima funzione di concludere il banchetto in “estrema dolcezza”!!!
A proposito, appunto del “fatidico taglio” della Torta è senza dubbio essenziale che, gli sposi, seguano alcune fondamentali regole al fine di “chiudere il matrimonio veramente in bellezza”!
La torta deve essere portata dai camerieri in sala ancora intera; gli sposi, ciascuno con la propria destra unita a quella del compagno, servendosi di un coltello d’argento decorato con un morbido fiocco in raso bianco, dovranno procedere al primo taglio; dopodiché, la sposa porgerà al neo marito la prima fetta offrendo poi, la seconda alla suocera, la terza alla mamma, al suocero, al papà e ai testimoni.
A questo punto, ultimati i tradizionali scatti di rito, i camerieri porteranno via la torta procedendo a sezionare le successive porzioni. 
Entrata a far parte del banchetto nuziale soltanto nei primi anni del novecento e considerata per molto tempo la sua esibizione e degustazione un segno di “scarsa raffinatezza”, a partire dagli anni ’50, la Torta nuziale ha cominciato ad essere unanimemente considerata, un complemento addirittura irrinunciabile per ogni ricevimento che si rispetti purché, naturalmente sia bella a vedersi e buona da gustare! Oggi come allora, il dolce di nozze deve inequivocabilmente rispondere ad almeno due requisiti fondamentali: l’ottima qualità e la bellezza scenografica (non trascuriamo infatti che, statisticamente, si dice che sia il pezzo più immortalato dopo la sposa!).
Detto questo, possiamo dire che, attualmente le forme utilizzate dai pasticcieri per confezionare le torte nuziali sono tra le più variegate:

• La Torta a più piani:
E’ senza alcun dubbio la torta di nozze che determina un maggiore impatto visivo creando, tra gli ospiti presenti alla cerimonia, le migliori aspettative ; non a caso, anche per questo motivo, tradizione vuole che sia per l’appunto il tipo di dolce nuziale più diffuso nel nostro paese.
Si può proporre a tre o a cinque piani o (se si vuole veramente stupire), è possibile addirittura proporre ben sette torte sovrapposte e disposte separatamente tra loro in modo progressivo dalla più piccola alla più grande partendo dalla cima.

• La versione “all’inglese” o a piramide:

E’ il modello di torta tipicamente anglosassone, caratterizzato da una serie di cubi o cilindri disposti a piramide e decorato con festoni di nastri, fiori e foglie dall’effetto neoclassico o rinascimentale.


• La Torta all’“americana ”:
Si tratta della torta multipiano in pan di spagna interamente rivestita di pasta di mandorle. A vederla sembra di trovarsi di fronte ad una vera e propria scultura di zucchero glassato, con una base piuttosto stretta, che si propende verso l’alto e che si tiene su grazie ad composizione meno soffice e molto più compatta di quella usata per gli altri tipi di torte.

• Tipicamente italiana, valido compromesso tra la torta “a più piani” e quella “all’inglese” è, inoltre la c.d. Torta a “cappelliera” :
 è un tipo di torta notevolmente più bassa di quella piramidale e composta, nella maggior parte dei casi, da soli tre piani; sorge su una base rotonda ed ha un diametro di circa un metro e mezzo.

• La Torta monopiano:
 meno appariscente e scenografica rispetto alle precedenti, di grande successo (specie se di grandi dimensioni), pur sempre amatissima da tutti gli sposi d’Italia, è ancora la torta ad un solo piano per la cui preparazione e farcitura, è possibile dar libero sfogo alla fantasia! Rivestita di candida panna o di briciole di meringa (nella versione c.d. “Mimosa”), spesso “nasconde” un soffice pan di spagna farcito con delicata crema Chantilly e fragoline di bosco o con classica crema pasticcera. Sempre graditissima in estate è poi la versione alla frutta, interamente rivestita di frutti di bosco, oppure glassata nei toni del bianco o dell’avorio (per rimanere nel classico colore delle nozze) nonché, nelle diverse tonalità pastello del verde, rosa e celestino.


Tratto da NozzeItalia

Nessun commento:

Posta un commento